Nela: “Da settembre lavorerò nella Roma a fianco di Sabatini”


“Ci siamo visti con i dirigenti della Roma nei mesi scorsi, le cose sono andate bene, e dalla prossima stagione inizierò a collaborare con loro”. A dirlo è Sebino Nela, grande ex terzino giallorosso ed ex commentatore di Sky, in una intervista al portale giovaninrete.

“Il ruolo? Riguardano due aspetti: uno dirigenziale ed uno tecnico. Per ora lasciamo tranquillo Walter Sabatini che è impegnatissimo con il calciomercato. Aiuterò Walter in alcune cose. Sia per quanto riguarda le trattative sia con un lavoro di scouting”. E commenta il mercato attuale dei giallorossi: “Mi sembra un mercato mirato. Bisogna disputare la Champions; serviva un mix di giovani e di giocatori esperti, ed è quello che sta facendo la società. Anche gli altri giocatori di cui si parla mi sembra siano funzionali agli obiettivi della squadra. Fino ad ora sicuramente è positivo il calciomercato della Roma.

Poi Nela dice la sua su Benatia: “Io lo terrei, però se il giocatore è scontento e vuole andare via, si mette in vendita alla cifra che la società ritiene giusta e se ne prende un altro. Anche perchè quando Benatia è arrivato non è che arrivava Thiago Silva eh. Arrivava un buon giocatore dall’Udinese, dove ha fatto 16 presenze (perchè era sempre fori per infortunio), poi a Roma ha fatto una grande stagione. La stessa cosa però potrebbe succedere per un altro giocatore qualsiasi. Quindi di certo non mi metto a piangere se Benatia dovesse andare via”.

Mentre sul ritorno in Champions: “In questa competizione è importante giocare bene a calcio e la Roma lo sa fare molto bene. Credo, e qui torniamo al discorso degli acquisti, mancasse quel mix tra esperienza e freschezza. Ora penso che la squadra possa fare bene, io sono fiducioso.

Infine anche un suo commento sulla vicenda di Ciro Esposito e in particolare sul rapporto tra le tifoserie di Roma e Napoli:  “Adesso la situazione si è fatta difficile. Credo che verranno impedite le trasferte per questa gara,e non solo. In Italia ormai siamo abituati a queste rivalità, questa volta purtroppo ci è scappato il morto. E’ brutto, per noi che lavoriamo nell’ambiente e per i tifosi. Quando avvengono queste cose qua, il pallone ha poco senso. In questo Paese capitano tutte le cose più brutte. Un po’ di rigidità maggiore potrebbe essere utile.

Roma, 8 luglio


1 COMMENTO

  1. […] post Nela: “Da settembre lavorerò nella Roma a fianco di Sabatini” appartiene a […]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here