Nicola Marini, sindaco di Albano Laziale, scrive a Trenitalia


Roma, 30 luglio 2014 – Il Sindaco di Albano Laziale, Nicola Marini, scrive ai vertici di Trenitalia per richiedere un tempestivo intervento che ponga fine ai disagi che quotidianamente incontrano i cittadini e i pendolari che usufruiscono delle stazioni ferroviarie di Albano, Cecchina e Pavona.

Le segnalazioni – “Continuano ad arrivarci segnalazioni – scrive il Sindaco – da parte dei cittadini sullo stato di degrado e totale abbandono in cui versano le stazioni ferroviarie di Albano Laziale, Cecchina e Pavona. Ci viene segnalata soprattutto l’insufficiente manutenzione del verde, che potrebbe risultare estremamente pericolosa nel periodo estivo a causa di possibili incendi ed infestazioni di animali e parassiti“.

Pensiline inadeguate e scritte antisemite – Il Primo Cittadino tocca anche due punti particolarmente sensibili per gli utenti: “Nella stazione di Albano Laziale la sala d’attesa risulta sempre chiusa, mentre all’esterno non sono presenti pensiline adeguate per permettere all’utenza di ripararsi in caso di cattivo tempo. In tutto questo – continua Marini – la mancanza di un’adeguata sorveglianza dà la possibilità ad ignoti di imbrattare i muri con scritte ingiuriose rendendo ancora più degradante l’aspetto delle stazioni ferroviarie del nostro territorio”.

La missiva si conclude con l’auspicio che Trenitalia intervenga al più presto per porre fine a questi oggettivi disagi.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here