Presentazione Basta: “La Lazio deve tornare in Europa”


Roma, 9 luglio 2014 – Dopo la presentazione di Djordjevic è il turno di Dusan Basta, esterno classe 1984, che ha giocato le ultime cinque stagioni nell’Udinese. Durante la conferenza sono intervenuti anche il presidente Lotito e Pioli, tecnico della Lazio: “Come detto ieri, siamo in progress. Siamo contenti di questo acquisto. Basta è un grande professionista e saprà aumentare il livello della squadra. Noi cerchiamo giocatori dal grande aspetto caratteriale. Noi vogliamo che lo spogliatoio sia una sagrestia. Che tutti siano uniti per raggiungere gli obiettivi che i nostri tifosi si aspettano”.

Subito dopo ha preso parola Pioli: “Ha valori tecnici, caratteriali e di rendimento. Ha dimostrato grande affidabilità e valori morali in queste stagioni. È arrivato con grande determinazione e volontà, questa per lui è una sfida importante in un ambiente di grande spessore. In questi giorni ci stiamo conoscendo. Partiamo domani per il ritiro, c’è grande disponibilità e voglia di fare bene. Klose? Un onore avere un giocatore di così grande portata in squadra. Dobbiamo essere orgogliosi di ciò che sta facendo Miro, ci siamo sentiti. È entrato nella storia del calcio, non diciamo niente perché ha un’altra partita davanti importantissima e incrociamo le dita pure per Biglia che giocherà stasera. Di Klose non possiamo che dire grandi parole e portagli rispetto. Non vedo l’ora di conoscerlo personalmente e fargli i miei complimenti. Parla Basta: Buongiorno a tutti, voglio ringraziare il presidente e il mister per le parole. Ringrazio anche l’Udinese per tutto quello che mi ha dato. Ho passato lì 5 anni meravigliosi. Ora inizia un nuovo ciclo, spero positivo per me e per la squadra. So dove sono venuto, in una città molto più grande, con più tifosi rispetto all’Udinese. Sono contento e convinto di aver fatto la scelta giusta.

Le tue aspettative?

Spero di avere tanta salute, di prepararmi bene a cominciare dal ritiro. Voglio conquistarmi un posto sulla fascia, non è facile perché c’è tanta concorrenza. Ma la Lazio deve tornare in Europa.

Guidolin in nazionale?

Lui è l’allenatore più importante della storia dell’Udinese. Credo sia la scelta giusta.

Cosa è mancato alla Lazio l’anno scorso?

Quando manca il risultato, ci sono tanti motivi. In un campionato così così, la Lazio è arrivata a soli 2 punti dall’Europa. Quest’anno sarebbe bellissimo conquistare un posto per le prossime competizioni europee.

Hai parlato con qualche serbo ex Lazio?

Ho parlato un po’ con Kolarov, mi ha detto cose belle di questo club e città. Io prima dell’Udinese ho giocato nella Stella Rossa, anche lì ci sono molte pressioni. Quindi non sono preoccupato.

Hai segnato già alla Roma. Ti hanno già parlato del derby?

Io penso che il derby sia una delle cose più belle nel calcio. Ho sentito che qui due mesi prima della partita, già si comincia a parlare del match. Non è facile da giocare, ma è molto bello da disputare.

La tua posizione in campo?

Alla Stella Rossa giocavo terzino di una difesa a 4, poi Guidolin ha sempre fatto 3-5-2 quindi ho giocato a centrocampo. In Nazionale gioco come terzino, per me è importante avere la fascia vicino. Vanno bene entrambi i ruoli.

Djordjevic alla Lazio è stato importante per la scelta?

Non ho voluto parlare con i compagni prima dell’ufficializzazione, ne abbiamo parlato dopo.

La Lazio è arrivata spesso dietro l’Udinese nelle ultime stagioni. Perché? Cosa mancò alla Lazio in quei due anni?

Non lo so cosa manca, quello che ho visto è un’ottima squadra. Ho sentito che arriverà qualche altro giocatore, quando torneranno i nazionali saremo una bella squadra. Nel passato l’Udinese è stata una buona squadra, ci sono stati pochi punti di differenza, non so dire cosa è mancato alla Lazio.

Le prime impressione del mister e compagni? Sarai titolare?

Le prima impressioni sono buone, mi sono accorto di essere in una grande squadra e in una grande piazza. E’ normale voler sempre giocare, sono venuto qui per giocare. Rispetto però la concorrenza, non sono venuto essendo tranquillo di essere un titolare. Devo dimostrarlo sul campo.


1 COMMENTO

  1. […] post Presentazione Basta: “La Lazio deve tornare in Europa” appartiene a […]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here