Amico d’Arsoli, valoroso condottiero e capitano di ventura, morì il 3 agosto 1530

Amico Passamonti Signore di Arsoli, anche noto più semplicemente come Amico d’Arsoli, è stato un valoroso condottiero e un capitano di ventura, ancora oggi in suo onore, il comune di Arsoli celebra tutti gli anni il palio dell’Amico.
Amico diventò il signore del feudo di Arsoli, oggi esiste anche una piazza a lui dedicata nel comune.
Nel 1528 si distinse per essere entrato a Roma quando era ancora invasa da alcuni lanzichenecchi, li sorprese e li massacrò tutti.
L’anno dopo si mise al servizio di Francesco Ferrucci, per la difesa della repubblica fiorentina attaccata dal Principe d’Orange, le valorosi azioni battagliere di Amico amplificarono la sua fama.
Il 3 agosto 1530, era ancora impegnato nella difesa di Firenze, quando fu ingannato e catturato. Fabrizio Maramaldo, che lo teneva prigioniero, decise di venderlo per 6.000 ducati a Marzio Colonna, quest’ultimo aveva interesse a vendicarsi del cugino Scipione Colonna, ucciso da Amico durante una battaglia presso Magliano dei Marsi.
Marzio Colonna pagò il riscatto e vendicò subito il cugino, uccidendo Amico che non ebbe modo di difendersi.

Roma, 3 agosto 2014.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here