Baby gang di Laurentina rapina due minori. Botte per un magro bottino


Roma, 30 settembre 2014 – E’ successo a Cecchignola, un quartiere a due passi dalla metropolitana di Roma. La Baby Gang di Laurentina rapina due minori, minacciandoli con un coltello e una bottiglia in vetro rotta. E’ l’ennesima storia che avvolge il quartiere, un ragazzo colombiano di 19 anni insieme ad una coetanea di origine romana, coadiuvati dall’aiuto di un compagno minorenne, si sono appostati in Via Fratelli Laurana, zona Cecchignola, alla ricerca di qualche passante da derubare. Le due vittime, entrambe di età inferiore rispetto a quella degli aggressori, sono state minacciate e alleggerite di un telefono cellulare e di 15 euro in contanti. Una di loro, è dovuta ricorrere a cure sanitarie per escoriazione alla nuca, l’altra ne è uscita incolume. Una colluttazione che avrebbe potuto portare anche a gravi conseguenze penali, se non fosse stato per il pronto intervento del 113. L’allarme è stato dato dalla più giovane delle vittime che avrebbe dato alla Questura anche una parziale descrizione degli avventori. Gli aggressori sono stati trovati subito dalla Polizia, perquisiti e sequestrati di un coltello di lama 6 cm. Inutile il tentativo di una di loro di nascondere la refurtiva facendo scivolare il telefono cellulare sotto la Macchina della Polizia.
Accompagnati negli uffici del Commissariato il minore è stato condotto presso un centro di prima accoglienza. La ragazza, invece, è stata denunciata insieme all’altro maggiorenne che rischia di vedere aprirsi per lui le porte del carcere. Dovranno rispondere di concorso in rapina aggravata, lesioni personali e detenzione di sostanze stupefacenti al fine di spaccio.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here