Buoni libro, Santori-Corsi: “Prorogare termini scadenza. Caf e genitori denunciano gravi ritardi”

Roma, 27 settembre 2014 – “Chiedere un contributo per l’educazione dei propri figli non può di certo essere una corsa ad ostacoli. C’è chi attende password dal 10 settembre”. Il 15 ottobre scadrà la domanda per richiedere i buoni libro, ma ancora una volta Roma Capitale dimostra la propria inefficienza e incapacità di stare vicino alle esigenze dei cittadini, in particolare dei genitori che si trovano a dover fare i conti con un contesto assolutamente farraginoso. Chiediamo a Roma Capitale di intervenire per rendere più efficiente l’avvio della domanda e di prorogare i termini, perché in queste condizioni si continua a complicare la vita di migliaia di cittadini, soprattutto di quelli meno abbienti”, così in una nota Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio, ed Emiliano Corsi del Comitato DifendiAMO ROMA.

“La domanda per i buoni libro va presentata esclusivamente on line tramite il portale di Roma Capitale, soltanto però dopo essersi registrati e aver ottenuto le relative password. Le difficoltà denunciate dai cittadini e dai centri di assistenza fiscale si manifestano proprio con notevoli ritardi nella fase di accreditamento. Il tragicomico della gestione Marino la si vede in particolare per alcuni genitori, registratisi il 10 settembre e ancora senza le password. Chiedere un contributo per l’educazione dei propri figli non può di certo diventare una corsa ad ostacoli”, conclude la nota di Santori e Corsi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here