Rivelazione shock : il mantello dell’invisibilità di Harry Potter esiste davvero


Roma, 29 settembre 2014 – E per chi pensava fosse solo un’opera di fantasia, ecco la rivelazione dell’ultimo minuto : il mantello dell’invisibilità di Harry Potter esiste davvero. E’ stato creato dai ricercatori dell’Università di Rochester che hanno scoperto un modo per nascondere oggetti di grandi dimensioni attraverso un meccanismo di sovrapposizione di lenti e rifrazione della luce. La ricerca nello specifico si focalizza sulla riflessione della luce che rimbalza su differenti punti di fuoco per ogni lente, su un totale di quattro. In questo modo gli scienziati sono riusciti a modellare la traiettoria della luce riflessa, obbligandola a curvare nella direzione della messa a fuoco. Il tutto permette di oscurare l’immagine se vista attraverso.

E se l’ottico dalla sua inventa una cura che permetta ai vedenti di diventare ciechi, c’e’ anche chi ne copia l’idea : gli scienziati del Karlsruhe Institute of Technology s’inventano anche il modo per rendere i materiali invisibili al tatto. Un metodo nemmeno semplice, il mantello è basato su un metamateriale aghiforme posto al di sopra di una struttura cilindrica. Se viene inserito all’interno del polimero un oggetto, la struttura aghiforme dirige la forza del dito in modo tale da nascondere la presenza dell’oggetto al tatto.

Usando questo metodo è possibile, almeno in linea teorica, progettare materiali non presenti in natura, come solidi rigidi resistenti alla pressione ma morbidi al taglio. Insomma, tra lenti e tocchi si sfiora una fantasia che diventa sempre più vicina alla realtà.

Daltonici, presbiti, mendicanti di vista
il mercante di luce, il vostro oculista,
ora vuole soltanto clienti speciali
che non sanno che farne di occhi normali.

– Fabrizio De Andrè.


1 COMMENTO

  1. […] Rivelazione shock : il mantello dell’invisibilità di Harry Potter esiste davvero sembra essere il primo su […]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here