Scandalo in Giappone, scarpe per guardoni


Roma, 27 settembre – Nella patria del hentai, tipico manga giapponese ricco di riferimenti sessuali espliciti, nasce un nuovo problema che turba il carattere tipicamente pudico del popolo giapponese.
Sono le scarpe da ginnastica “Tosatsu-kutsu“, letteralmente “scarpe furtive”, che di fatto stanno scandalizzando gli abitanti di Kyoto. Accessibili a meno di 200 dollari e disponibili legalmente sul mercato, queste scarpe per guardoni sono dotate di una microcamera montata sulle punte delle scarpe. Queste consentono di rubare immagini intime degli ignari passanti. A subire questa violazione della privacy sono soprattutto le donne e le ragazze, specialmente se indossano gonne.

Subito dopo la notizia, le forze di polizia hanno svolto un’incursione in un magazzino di uno dei maggiori rivenditori di questo particolare tipo di scarpe, arrestandone il responsabile. L’accusa è quella di sospetta violazione della privacy. Gli agenti hanno inoltre sequestrato la lista aggiornata e completa di tutti i clienti ignari di possedere queste particolari scarpe spia. Contattati, i clienti le hanno consegnate agli agenti delle forze dell’ordine oppure distrutte.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here