Allegri: “Roma più forte di prima, ma sarà difficile batterci”


Roma, 4 ottobre 2014 – Il ko contro l’Atletico Madrid in Champions non ha scomposto per nulla Massimiliano Allegri e la sua Juventus. Domenica alle 18 allo Stadium sfida già da scudetto per molti contro la Roma di Garcia. Ma il tecnico toscano, pur elogiando i giallorossi, è sicuro dei suoi uomini e della loro forza: “In Champions la squadra ha giocato con buona personalità, in un campo dove non era semplice giocare. Purtroppo era una partita sicuramente non bellissima, molto tattica, dove chi sbagliava perdeva. Abbiamo sbagliato noi nell’episodio del gol subito e siamo usciti sconfitti. Però direi che abbiamo affrontato l’Atletico Madrid con buona personalità. Quindi non credo che avremo contraccolpi psicologici“.

E’ una partita importante contro una squadra che si è rafforzata molto e ha acquisito molta fiducia in sè stessa. Abbiamo voglia di rivincere lo scudetto e battere la Juve è sempre molto difficile. Sul gol di Madrid c’è stato un errore generale. Nelle partite europee il dettaglio fa la differenza. La Roma fatto un buon mercato così come lo ha fatto la Juve. La Roma è in crescita, la Juve ha ancora margini di miglioramento. Alla fine del campionato vedremo chi è stata la più forte“.
Su chi arriva meglio alla sfida Allegri dice la sua: “Tutte e due arriviamo alla pari. Non è una partita come quella di Madrid giocata non male a cambiare il valore della squadra. La Juve è una squadra che l’anno scorso ha vinto il campionato con 17 punti di vantaggio sulla Roma, una mezza partita non può cambiare il valore della squadra. Il Napoli ad esempio alla lunga verrà fuori. Dire che è una lotta a due è ancora troppo presto. Le squadre sono sempre le stesse. Noi dobbiamo fare partita per partita e conquistare più punti possibili. La Roma ha grande tecnica e fisicità. Lo Juventus Stadium ci dà grande supporto, l’apporto dei tifosi è fondamentale“.
Lo scorso anno per Allegri l’opportunità per andare alla Roma, ma il tecnico non ha rimpianti: “Mai avuti nella vita. Quando si fa una scelta in quel momento è quella giusta. Alla fine sono diventato allenatore della Juve. Se fossi andato a Roma…“.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here