C5 non vedenti, Di Girolamo (Fispic): “Nessuna violenza nella finale di Supercoppa”


Non c’è stata nessuna violenza, solo vero calcio“. Così Sandro Di Girolamo, presidente Fispic, Federazione sportiva paralimpica, commenta quello che è avvenuto sabato scorso nel corso della finale di Supercoppa italiana di Calcio a 5 non vedenti giocata al centro sportivo Massimiliano Kolbe di Lecce tra l’Ascus Lecce e l’Ads Roma, vinta dalla squadra capitolina per 1-0. Ben tre espulsioni e una sospensione di 10 minuti per riportare alla calma una situazione che, dopo falli duri, si stava trasformando in una rissa, in campo e fuori. “Chi ha visto la partita con cognizione di causa, quindi conoscendo le regole del gioco, – precisa Di Girolamo – ha osservato una gara giocata con ardore, fervore, carica di attenzioni. E’ stata una partita intensa e ‘sentita’ dai protagonisti, per la posta in palio alta, nè più e nè meno come accade per le altre finali, di qualsiasi disciplina e di qualsiasi sport, olimpici o paralimpici, non fa differenza“.

21 ottobre 2014

 


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here