Nuovo codice della strada, proposte e novità anche per i neopatentati


Sono previste novità ricche di dettagli per il nuovo codice della strada che, una volta dato il via libera dalle due Camere, sarà oggetto di revisione da parte del Governo che si occuperà di riempirne le pagine ancora vuote. Tra gli argomenti che rivoluzioneranno l’ABC del guidatore viene confermata la proposta di aprire le autostrade ai mezzi su due ruote – 125 cm3 -, condotti da maggiorenni. Altra peculiarità che caratterizzerà il nuovo documento sta nell’ampliamento dei veicoli che potranno viaggiare in corsia preferenziale : moto e bici tra questi.  Si vaglierà anche la proposta di distribuire per le città, in alcune zone specifiche, aree di sosta e fermata per le donne in gravidanza. Con l’acclamazione dei neopatentati, infine, verrà invece abrogata la norma che prevede il divieto di circolazione su mezzi con più di 70 kW e oltre 55 kW/tonnellata, almeno per il primo anno. Il limite sarà ridotto a sei mesi e potrà diminuire ulteriormente nel caso in cui al fianco del guidatore novello ci sia una persona di età non superiore a 65 anni in possesso di patente B o superiore.

Per quanto riguarda la questione multe, anche i minorenni dovranno stare all’occhio : ancora in fase di accettazione l’articolo che prevede la decurtazione dei punti su patente agli under 18. Sul fronte penale si agisce invece più duramente. Il ritiro della patente sarà previsto sia per coloro che si renderanno colpevoli di omicidio a causa di guida in stato di ebrezza o sotto stupefacente, sia per coloro che in caso di omicidio colposo, provochino più vittime o lesioni alle persone coinvolte.

28 ottobre 2014


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here