Halloween, Farnesani: stimola la fantasia e scaccia le paure


Halloween è festeggiato in alcune scuole italiane con caramelle e maschere, ed è anche permesso ai bambini di andare a scuola travestiti da piccole streghe o piccoli vampiri assecondando la loro fantasia e per farli divertire. In altre suole invece si preferisce ricordare e valorizzare feste più “tradizionali”, come Ognissanti, tralasciando completamente le feste “importate” da altri Paesi e da altre tradizioni. Ma nonostante questa retrosia a festeggiarlo, il 31 ottobre, con la sua notte dedicata a streghe e fantasmi, ha conquistato ormai da tempo i piccoli italiani. Però non si può dire lo stesso per gli adulti. Riguardo questo “dibattito” è il pediatra di Milano Italo Farnetani a promuovere la festa di Halloween, con queste parole, all’Adnkronos Salute: “Sull’opportunità o meno di festeggiare Halloween il mio è un parere favorevole: questa occasione serve a stimolare la fantasia e a sconfiggere le paure dei bambini“.

E continua: “Halloween rappresenta un modo per avvicinarsi a tradizioni diverse e creare rapporti di aggregazione interpersonale, senza troppe paure che qualche dolce in più possa alterare lo stile alimentare dei bambini“. Secondo il pediatra Farnesani, infatti, mascherarsi da fantasmi o mostri può veramente aiutare i bambini a sconfiggere le proprie paure e ad esorcizzarle, giocando con ciò che temono, con il proprio “lato oscuro”. Ma non poteva mancare una nota di carattere medico, d’altronde a parlare è pur sempre un pediatra: “Consiglio però di evitare cibi con additivi alimentari, cioè coloranti o conservanti che possono dare allergia, ma di scegliere piuttosto dolci e prodotti naturali e della tradizione. Al primo posto suggerisco le crostate, meglio se al cioccolato, infatti i bambini e gli adolescenti amano i cibi preparati in famiglia, come scaturisce anche dai risultati di una ricerca che ho realizzato in collaborazione con l’Amministrazione comunale di San Benedetto del Tronto“. In conclusione, utilizzate pure pezzi di torta e fette di crostata per i vostri bambini, poiché sono ideali e salutari per festeggiare al grido di “Dolcetto o Scherzetto?’.

28 ottobre 2014


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here