L’attore di “Settimo Cielo” Stephen Collins pedofilo. Lo rivela l’ex moglie


Stephen Collins pedofilo, lo rivela l’ex moglie. Stephen Collins, l’attore noto per il suo ruolo in “Settimo Cielo”, quello del reverendo e padre di famiglia, è stato accusato di violenza su minori. La prova schiacciante starebbe in una registrazione fatta dall’ex moglie dell’attore, che ammette di aver avuto contatti con minorenni, specificando che si trattava di ragazze di 12-13 anni. Questa conversazione doveva rimanere assolutamente privata, visto che lo sfogo dell’attore è stato registrato mentre egli si trovava dallo psicanalista proprio con l’ex moglie. La notizia, trapelata, ha invece generato una forte curiosità soprattutto per quella contraddizione che si scorge tra il ruolo interpretato nella serie tv e la vita quotidiana dell’attore. Faye Grant, l’ex moglie dell’attore, ha aggiunto di aver detto più volte al marito di prendere provvedimenti per porre rimedio ai suoi problemi con la pedofilia ma, a quanto pare, lui ha sempre rifiutato. I nomi delle vittime sono stati protetti. Nella conversazione registrata però Collins fa una lista e confessa di aver molestato un ragazzina di New York di 11 anni, parente della sua prima moglie per almeno 3 volte. Le autorità hanno dichiarato che probabilmente si tratta di 3 vittime e che la natura delle indagini riguarda “un inadeguato contatto sessuale con minorenni”. Stephen Collins ha sollevato particolarmente l’opinione pubblica perché è stato associato come mentore a cast di giovani talenti della televisione americana e il suo ruolo in “Settimo Cielo” ha incentivato la convinzione che fosse un padre modello e un uomo integerrimo. L’attore, interpellato, non ha voluto rilasciare dichiarazioni.

8 ottobre 2014

 


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here