Municipio XV, Mandolesi-Pira (Pd): “Tagli trasporti insostenibili”


Pieno sostegno all’iniziativa assunta dal Municipio finalizzata al ripristino delle corse tagliate nei quartieri più periferici del nostro territorio attraverso il dialogo con l’amministrazione centrale. A Labaro, Santa Cornelia, Giustiniana e Valle Muricana oramai i tempi di attesa dei mezzi pubblici arrivano anche a 50 minuti. Nel caso della linea 039 si paga una fusione inutile dal punto di vista trasportistico con la linea 302 e lo spostamento del capolinea a Settebagni. Un tragitto infinito che penalizza la frequenza delle corse“. Così in una nota Ilaria Mandolesi, segretario PD Prima Porta Labaro e Vincenzo Pira, coordinatore PD Municipio XV.

Ripristino vecchio tragitto – “L’agenzia servizi per la mobilità, attraverso la voce dei tecnici che hanno preso parte all’assemblea pubblica di Saxa Rubra, ha considerato positivamente la proposta avanzata dal comitato di quartiere di ripristino del vecchio tragitto e la contestuale fusione delle linee ex 302 e 334 – continuano i due esponenti Pd – Attendiamo azioni. La linea 303, dalla stazione di prima porta a quella della fr3 a la Giustiniana, ha sempre avuto problemi di funzionamento e per questo in più occasioni il Municipio, assieme al comitato di quartiere della Giustiniana, ha posto con forza l’esigenza di rafforzamento del servizio. Le linee 033 (Santa Cornelia – Prima Porta) e 035 (Borgo Pineto – Prima Porta lungo via di Valle Muricana) sono state letteralmente massacrate. Parliamo di un servizio vitale per studenti, lavoratori e pensionati che mette in contatto quartieri popolari e popolosi con Prima Porta e la linea del ferro. Le attuali frequenze rendono inutilizzabile il servizio e stanno creando enormi disagi ai cittadini. Sono linee che possono essere ristrutturate attraverso percorsi più rapidi e snelli, evitando per lo 033 la deviata alla centrale Acea di Via della Giustinina (tratto oggi servito dal 303) ed evitanto per lo 035 l’arrivo fino al comune di Sacrofano. Sono queste proposte che nascono dalla volontà di concertare con l’amministrazione soluzioni concrete rispetto ad una reale esigenza del comune di dare seguito agli impegni di razionalizzazione della spesa pubblica. Riteniamo però che non possa essere la periferia romana a pagare un prezzo così grande. È possibile procedere ad una ristrutturazione generale del trasporto a roma attraverso una visione più equa e attenta alle esigenze dei quartieri popolari. Chiediamo quindi al Sindaco Marino di intervenire personalmente, ascoltando l’appello del Municipio XV e dei territori, e dare risposte concrete alla cittadinanza“.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here