Ostia, a scuola tra topi e piccioni: la denuncia delle mamme


Alla scuola “San Gallo” di Ostia gli escrementi dei piccioni minano la salute degli alunni, alla scuola elementare “Segurana” i portoni sono scardinati, pericolanti, fuori uso. L’unica entrata è attraverso le scale antincendio quindi all’aperto. I giardini delle strutture di Ostia Antica sono pieni di topi. Insomma, le scuole del X Municipio di Roma, tra Ostia e l’entroterra sono fatiscenti, in uno stato di degrado assoluto soggette a continui allagamenti. I genitori, esasperati, combattono affinché i propri figli possano studiare in ambienti dignitosi e sicuri.

L’ultima protesta è di ieri, 6 ottobre, di fronte al “Giuliano da San Gallo”, nel centro di Ostia, pieno di piccioni che, con i loro escrementi, ricoprono i davanzali delle finestre tanto che i ragazzi evitano di aprirle per non essere sommersi dall’odore nauseante. Le mamme si sono riunite davanti alla scuola per un incontro con il preside pronte a denunce e proteste.

Altro caso quello della scuola “Pegaso”, quartiere Axa, già da tempo a rischio amianto, ora vera e propria discarica occupata da senzatetto: sia i residenti che i comitati ne chiedono la demolizione da anni. Non finisce qui, perché alla scuola di Aranova il problema sono le squillo che stazionano davanti all’edifico, mentre la scuola a Torrimpietra fa acqua da tutte le parti. Ma i casi nella Capitale e nella provincia sono tanti, troppi.

7 ottobre 2014


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here