Premio Focus Maker Faire 2014, tre giovani romani premiati


Roma, 2 ottobre 2014 – Va a tre giovani romani il premio della Maker Faire Rome 2014. Sono Davide Costa, Francesco Cavallo e Simone Branda, ex studenti dell’università Sapienza di Roma, che hanno conquistato i lettori di Focus con il loro progetto Ewe Filament Extruder. Il premio è stato consegnato durante la conferenza inaugurale della Maker Faire all’Auditorium Parco della Musica di Roma.

L’Ewe Filament Extruder è un prodotto leggero e di dimensioni ridotte che unisce allo splendido design una idea innovativa che rende il lavoro dei makers sostenibile e rispettoso dell’ambiente. Infatti i tre giovani romani sono riusciti a riciclare gli scarti delle stampanti 3D e a produrre un filamento plastico pronto da riutilizzare per realizzare nuovi oggetti.

Più di 8 mila i lettori di Focus che hanno partecipato alla votazione del miglior progetto della Maker Faire, e in 4580 hanno espresso la loro preferenza per il progetto dell’ Ewe Filament Extruder. Questo è stato realizzato grazie alla tecnologia Arduino, che consente di regolare la temperatura e il tempo di estrusione con molta facilità, permettendo inoltre di poter scegliere il colore del prodotto finito. «Ewe è uno strumento utile che guarda al futuro», commenta il direttore di Focus Jacopo Loredan. «La scelta dei lettori di Focus per l’assegnazione del Premio alla Maker Faire 2014 è in linea con la forte attenzione che hanno da sempre dimostrato per la tutela dell’ambiente, unita all’innovazione».

Il secondo posto della Maker Faire è stato occupato invece dal progetto Diatom Helmet, con 1579 voti. Un casco sportivo innovativo che imita la struttura della parete cellulare delle alghe Diatomee. Ha il peso ridotto, una maggiore capacità di traspirazione e la possibilità di assorbire meglio l’energia dell’impatto.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here