Spedire il proprio nome su Marte, ora è possibile


La NASA invita le persone di tutto il mondo a spedire il proprio nome su Marte. Un modo per partecipare in maniera virtuale alla prossima fase dello sviluppo dei viaggi spaziali. Basterà registrare alcuni dati personali sulla pagina appositamente creata dall’agenzia sul suo sito per creare una carta d’imbarco virtuale. Tutti i nomi verranno infatti registrati su un microchip che verrà poi trasportato con il primo viaggio in volo della navicella spaziale Orion. In seguito verrà trasportato anche nelle missioni della NASA su Marte. La navicella spaziale Orion è in fase di sviluppo da parte della NASA come parte del suo Space Launch System. Includerà un nuovo razzo vettore che verrà utilizzato anche nelle missioni spaziali oltre l’orbita terrestre. Sarà pronto forse entro il 2017 ma nel frattempo la NASA testerà la Orion usando per il primo lancio di prova un razzo vettore Delta 4-Heavy. Il lancio di prova è programmato per il 4 dicembre, salvo problemi di maltempo o malfunzionamenti che potranno causare ritardi.

Durante il volo di prova saranno trasportati sulla Orion, insieme a tutti gli strumenti necessari per il volo, anche il microchip contenente i i nomi delle persone registratesi entro il 31 ottobre. La proposta di spedire il proprio nome su Marte su un microchip era stata già fatta in passato, ma in questo caso l’obiettivo è di portare queste persone virtualmente su Marte. La NASA invita le persone a spedire il proprio nome su Marte con lo scopo di portare esseri umani sul pianeta rosso. È per questo motivo che in quest’occasione viene utilizzata l’espressione carta d’imbarco. Non appena verrà creata la carta d’imbarco potrete inviarvi un’e-mail contenente il relativo link e ottenere il codice per includerla in una pagina Internet.

9 ottobre 2014


1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here