Teatro, “Il Puparo” di Bottaro vince il premio di “Schegge d’Autore” come miglior corto


Teatro, “Il Puparo” di Bottaro vince il premio di “Schegge d’Autore” come miglior corto. Ieri sera, a Roma, sono stati consegnati i premi della XIV edizione del festival nazionale della drammaturgia italiana “Schegge d’Autore”. La gara si è conclusa ieri sera al Teatro Tordinona dove il creatore del contest, Renato Giordano, coadiuvato dalla Giuria ha decretato i vincitori delle varie categorie. Tra i cortometraggi in gara, ventidue, è stato scelto “Il Puparo” di e interpretato da Luciano Bottaro. Il miglior atto unico è stato “Encontros com Pessoa” di Salvatore Scirè. Per quanto riguarda i monologhi è stato scelto, invece, “Lampidusa” di Antonio Tramontano. Il Premio della Direzione Artistica è stato attribuito allo spettacolo “Cenerompila” di Carlangelo Scillamà. Il gran Premio della Giuria è stato assegnato allo spettacolo “Ti lascerò qui a macchiare di rosso la neve” di Daria D. Premiato come migliore attore Giancarlo Gori, in gara con l’opera “Tra un corto e l’altro”. Debora Zingarello e Mara Benedetti si sono aggiudicate il premio di migliore attrice. La migliore Regia è stata attribuita ad Alessandro Iori, regista di “La tentazione di Ilde”. Alberto Caccialupi ha vinto il premio di migliore attore non protagonista per la sua interpretazione in “Il giorno in cui ho cannibalizzato Eric-Emanuell Schmitt”. La Giuria del Festival ha poi segnalato Giovanni Leuratti per la regia di “Ehi Rudolf!”. Infine il Premio Arti Fugurative è andato a Lucio Castagneri. Durante la Premiazione si è, inoltre, dibattuto circa la situazione odierna del teatro contemporaneo.

13 ottobre 2014


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here