Test d’ingresso all’Università La Sapienza, sbagliati i quiz di Chimica


Volevano iscriversi al corso di laurea in chimica all’Università La Sapienza  e per questo si sono iscritti al test d’ingresso. Ma il test a cui sono stati sottoposti era quello di matematica. È quanto accaduto a una ventina di studenti che lo scorso 11 settembre hanno svolto il test e che ora rischiano di non essere ammessi per un errore non commesso da loro.

I ragazzi si sono accorti dell’errore già mentre svolgevano la prova: nel quiz, infatti, mancavano le dieci domande previste invece dal bando per il loro indirizzo. Quando uno di loro si è presentato in segreteria per segnalare l’errore, è stato confermato lo sbaglio da parte della segreteria stessa che avrebbe ammesso uno scambio di codici inseriti nel bando (il 14616 invece del 14619).

Lo studente in questione ha dunque presentato un’istanza lo stesso giorno per potersi immatricolare al corso di laurea da lui scelto, ossia chimica. Ma a distanza di un mese è ancora in attesa di una risposta perché dall’Università fanno sapere che “per legge ci sono trenta giorni di tempo per valutare un’istanza, la prima è stata presentata l’11 settembre quindi dall’11 ottobre inizieremo a rispondere”. Mentre per i ragazzi è un “pasticcio burocratico” che rischia solo di penalizzarli.

Questo episodio ha però un precedente. Lo scorso anno di studenti di Scienze Biologiche della medesima università, si sono ritrovati tra le mani la busta sbagliata, quella del corso di Psicologia che si svolgeva nello stesso momento e nello stesso edificio. In questo caso erano coinvolti 1500 studenti e i commissari d’esami avevano ritirato la prova e atteso l’arrivo del plico giusto.

9 ottobre 2014


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here