Tridente, Alemanno sceglie la raccolta firme per dire no alla Ztl


L’ex Sindaco di Roma coadiuvato dai gruppi capitolini, diretti compagni, Fratelli d’Italia e Forza Italia si radunano a San Lorenzo in Lucina per raccogliere firme. L’ iniziativa viene lanciata in protesta al provvedimento che riguarda l’attivazione di una Ztl Tridente. Gianni Alemanno si fa promotore della delibera di iniziativa popolare che Fi e Fdi vogliono portare in assemblea. Verrà mandata esplicita richiesta d’ abolizione dell’ “aumento delle strisce blu del 50% e dei permessi Ztl del 300%”  insieme al ripristino della sosta agevolata e dell’accesso di moto e scooter nell’area del Tridente. Già da alcuni giorni attiva per i due ruote, i consiglieri di centrodestra hanno presentato una mozione in consiglio comunale finalizzata al ritiro immediato del provvedimento di inibizione al transito di motocicli nella zona traffico limitato.  Alemanno non si astiene da commenti :”Sono molto preoccupato della situazione economica del Tridente I commercianti hanno già denunciato un calo delle vendite e su questa strada c’è il rischio di desertificare il Tridente e il centro storico. La scelta di Marino è stata assurda, un grave atto di irresponsabilità. Una scelta presa senza coinvolgere nessuno“. “Vogliamo che sia ripristinato l’accesso ai motorini nel Tridente I commercianti si lamentano perchè da circa una settimana c’è stato un calo di vendite del 18% nei giorni festivi. I romani invece si lamentano dell’assenza di un piano sulla mobilità che consenta di accedere nell’area del Tridente. Per questo oggi siamo in piazza. Crediamo di riuscire a raccogliere le 5mila firme entro il 24 dicembre”, conclude il – dice il vicecoordinatore Fi del Lazio Giordano Tredicin Sappiamo delle difficoltà che stanno vivendo i romani per queste scelte che non sono programmate È una decisione con un impatto negativo. Le pedonalizzazioni si possono fare ma coinvolgendo il territorio” termina con questa delucidazione il capogruppo di Fdi in Campidoglio Fabrizio Ghera.

24 ottobre 2014


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here