Argentin: a Roma costretti a pagare 20% del costo taxi


La deputata del Pd, Ileana Argentin, chiede all’assessore capitolino alle Politiche sociali, Rita Cutini, e al sindaco Ignazio Marino: I disabili trasportati a Roma sono circa 600 e i taxi accessibili, sempre nella capitale, sono circa 50. C’è qualcosa che non funziona. Che succederà alla fine di novembre quando si concluderà il trasporto collettivo con i pulmini? Chiedo che venga fatto immediatamente un bando di gara legale e trasparente perché la libertà di scelta deve essere garantita a tutti anche a chi vuole utilizzare il pulmino come ha fatto fino a oggi. Sono centinaia le telefonate di paura e di confusione che mi arrivano da parte dei disabili che usufruiscono del trasporto accessibile romano“.

Argentin conclude: “Anche perché l’ultima delibera approvata copre l’80% del costo della corsa in taxi e il restante 20% è a carico dell’utente. Non capisco perché la libertà di scelta debba costare, visto che il trasporto collettivo era totalmente gratuito. Infine, chi sta facendo le telefonate ai disabili per dare informazioni? Non è chiaro, continuano a dirmi che queste persone non si presentano e soprattutto che sembra essere una realtà non collegata al Comune. Se così fosse sarebbe molto grave in base alla legge sulla privacy e per i potenziali compensi non regolamentati“.

6 novembre 2014


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here