La consacrazione della Basilica di San Pietro il 18 novembre 1626

La tradizione vuole che la Basilica di San Pietro si trovi nel luogo in cui San Pietro, primo apostolo di Gesù, è stato crocifisso. A ordinare la costruzione della Basilica è stato Costantino, primo imperatore cristiano, che ha fatto posizionare l’altare proprio sulla tomba di San Pietro. Questa prima Basilica era composta da cinque navate e preceduta da un cortile e da quattro portici.

Nei secoli ha accolto l’incoronazione di molti imperatori, come ad esempio quella Carlo Magno ed è stata affiancata da altri edifici (atrio, campanile, palazzo residenza del clero ecc..), ma dopo un periodo di abbandono causato dalla cattività avignonese è stato necessario pensare a un rinnovamento dell’edificio, soprattutto considerando il degrado della costruzione, che lamentava anche un muro inclinato.

Basilica di San Pietro

Al tempo si è deciso di affidare la ristrutturazione a Rossellino, ma per molto i lavori sono rimasti fermi e all’inizio del XVI secolo si è deciso di ricostruire totalmente la Basilica di San Pietro, che pian piano è stata demolita. Tutto si è mosso grazie a papa Giulio II, che si è affidato a Bramante e ha ordinato l’inizio della costruzione dell’attuale Basilica di San Pietro.  I lavori sono cominciati il 18 aprile 1506 e sono stati portati a termine nel 1626, durante il pontificato di papa Urbano VIII, che l’ha consacrata il 18 novembre 1626, dopo 1.300 anni dalla consacrazione della prima Basilica.

18 novembre 2014

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here