Culinaria & il territorio laziale: domenica 9 novembre enogastronomia e jazz si incontrano per solidarietà

Sapori e musica per la solidarietà. Grandi jazzisti e chef stellati insieme per promuovere i prodotti tipici del Lazio e sostenere la beneficenza. L’appuntamento è domenica 9 novembre, dalle 15 alle 21, all’interno dell’antica dimora Nuova Villa dei Cesari’, nel parco archeologico dell’Appia Antica (ingresso gratuito).

Un mix elaborato e avvolgente, frutto di un progetto di  ‘Culinaria Il Gusto dell’Identità’, nome che ormai da 9 anni si è affermato a Roma come punto di riferimento per gli amanti del buon cibo. Alle aziende partecipanti, accuratamente selezionate, Culinaria offrirà l’opportunità di confrontarsi con operatori del settore, giornalisti e appassionati. Per l’occasione, Culinaria inaugura anche la sua piattaforma di vendita online, per offrire alle aziende del territorio una nuova vetrina di visibilità e ai cittadini la possibilità di acquistare direttamente dal produttore.

A partire dalle 18, sette tra giovani chef emergenti e stellati si confronteranno per uno speciale aperitivo all’insegna della beneficenza. Utilizzando il meglio dei prodotti culinari del Lazio, gli chef Iside De Cesare e Romano Gordini del ristorante ”La Parolina”, Marco Mattana di ” Trattoria Epiro”, Walter Musco della Pasticceria ”Bompiani”, insieme agli chef dell’Associazione Cuochi senza Barriere Alessandro Miocchi, Giuseppe Lo Iudice, Francesco Di Lorenzo e Giacomo Carlizza, metteranno la propria professionalità e il loro estro al servizio di realtà svantaggiate: il ricavato dell’aperitivo sarà infatti devoluto all’Associazione Cuochi Senza Barriere per finanziare il Progetto Domus, rivolto a  persone con disabilità cognitiva e con sindrome di Down.

La giornata si chiuderà all’insegna del grande Jazz. Culinaria si propone infatti di conciliare le note avvolgenti del grande sassofonista di New Orleans, Jesse Davis, – accompagnato  dagli italiani Dario Rosciglione (contrabbasso), Riccardo Fassi (piano) e Amedeo Ariano (batteria)-, con l’alta cucina. La sperimentazione di un dialogo tra due mondi apparentemente distinti e distanti alla ricerca di quelle possibili convergenze che solo la creatività può generare. Insomma una serata dove l’enogastronomia e il grande jazz si incontreranno all’insegna della solidarietà.

7 novembre 2014

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here