L’inaugurazione del MoMA il 7 novembre 1929

Il MoMA (Museum of Modern Art) è un museo che ha avuto molta importanza per lo sviluppo dell’arte moderna, tanto che a livello mondiale viene considerato il primo museo di questa forma d’arte. L’edificio si trova a New York, sulla 53ª strada, tra la 5ª e la 6 Avenueª.

Il MoMA è stato ideato da Abby Aldrich Rockfeller e da alcune sue amiche nel 1928, che per realizzare il progetto hanno deciso di affittare un edificio che è stato aperto al pubblico il 7 novembre 1929, poco dopo il crollo di Wall Street. Abby, la moglie di John D. Rockfeller Jr. ha poi individuato in A. Conger Goodyear la figura del presidente del nuovo museo (l’uomo era già stato presidente del Consiglio di amministrazione della Albright Art Gallery di Buffalo).

Goodyear ha portato con sé Paul J. Sachs e Frank Crowninshield, che sono entrati nel Consiglio di amministrazione. A Sachs è stato chiesto di trovare un direttore e lui ha portato Alfred H. Barr Jr, che nel tempo ha ampliato la collezione del museo. Alla fine degli anni Trenta il MoMA ha aumentato la propria fama anche grazie alle varie esposizioni, come quella di Van Gogh nel 1935 e quella di Picasso, 1939/1940, che è stata molto apprezzata dagli studiosi dell’arte.

Quando Nelson Rockfeller è diventato presidente di rappresentanza, ha dedicato molto tempo alla promozione del MoMA e al trasferimento nell’edificio della 53ª. Stessa dedizione quella del fratello David, che in seguito alla nomina di Governatore di New York di Nelson è diventato presidente. Proprio con David Rockfeller è stato ristrutturato il giardino del MoMA, che poi è stato intitolato alla madre (Abby Aldrich Rockfeller Sculpture Garden).

Negli anni Duemila il MoMA è stato ristrutturato (i lavori sono durati dal 2002 al 2004) e a gestire i lavori è stato l’architetto Yoshio Taniguchi, architetto giapponese. Con questa ristrutturazione il MoMA a raddoppiato i propri spazi, ma il risultato finale ha suscitato pareri favorevoli e critiche: per alcuni il risultato finale è un ottimo esempio di architettura contemporanea, ma per altri non è così. Ma il museo continua ad attirare l’attenzione dei turisti (e dei cittadini) grazie alle opere che mette in esposizione (la collezione di opere di arte moderna comprende 150mila opere, più di 22mila film e 4 milioni di fermi immagine) e arriva a registrare anche 2,5 milioni di visitatori all’anno.

7 novembre 2014

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here