Magliana, Santori – Giudici: “Voragine in via Luigi Moretti”

Non è una maledizione del quartiere, ma solo il malgoverno della giunta di centrosinistra che ha abbandonato i nostri territori. In via Luigi Moretti c’è una buca enorme, di cinque metri di diametro, che un mese fa è stata riparata con i soldi pubblici e dopo 48 ore è di nuovo sprofondata. Infatti, il cratere si è aperto a causa della bomba d’acqua del 1° ottobre, ma il Municipio era intervenuto da poco tempo sullo stesso punto, per chiudere la stessa buca che si era aperta 4 mesi prima. Faremo chiarezza con la commissione trasparenza, anche per conoscere le cause del dissesto e l’entità dei soldi bruciati per la prima riparazione, con riserva di presentare un esposto alla Corte dei Conti“. Lo dichiarano in una nota Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio e Marco Giudici, consigliere e presidente della Commissione Trasparenza del Municipio XII.

Siamo fortemente preoccupati per Roma e in particolare per il territorio del Municipio XII – prosegue la nota – è malandato, abbandonato, in perenne degrado. Ciò a causa delle politiche disastrose del sindaco Marino e della giunta Maltese. Il centrosinistra ha completamente abbandonato i nostri quartieri, in particolare la zona più periferica di Pisana, Bravetta e Colle Massimo, fino a Massimina. Sappiamo che la presidente Maltese sta ricevendo numerose segnalazioni da parte di cittadini delusi ed indignati dalle istituzioni locali. Si rimbocchi le maniche e risolva il problema quanto prima“.

Ora che il Servizio Geologico Regionale è stato chiuso dalla giunta Zingaretti, sarà pressoché impossibile affrontare il problema della prevenzione idrogeologica di Roma. Le cause dell’apertura delle voragini e dei dissesti è non dissimile da quello avvenuto nel disastro di Genova, ossia il completo lassismo delle istituzioni su questo tema. Auspichiamo di non vedere le lacrime di coccodrillo del sindaco Marino e del presidente della Regione Zingaretti” concludono Santori e Giudici

3 novembre 2014

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here