Tor Pignattara: torna Karawan, il festival dedicato all’immigrazione


Dal 26 al 30 novembre 2014 torna a Tor Pignattara “Karawan Fest. Il sorriso del cinema migrante“. Un festival che prevede, come spiegano gli organizzatori, una rassegna di commedie “che arrivano da ogni parte del mondo e trovano casa per qualche giorno nelle strade, le piazze, i mercati, i vecchi e scalcinati uffici di questo quartiere“. Questo progetto nasce solo nel 2012 come primo festival sui temi dell’immigrazione, grazie all’impegno di due realtà del territorio, il comitato di quartiere Tor Pignattara e l’Associazione Culturale Bianco e Nero. In questo periodo più che mai si sente la necessità di un simile progetto, per far luce su realtà a noi estranee e sulle quali, spesso, puntiamo il dito criticandole. Proprio in questi giorni si stanno scatenando manifestazioni, proteste, e aggressioni alimentate, forse, dall’ignoranza riguardo a questi temi. Ma Karawan, oggi, è utile specialmente per cercare di creare un punto di incontro tra la nostra realtà e quella degli “stranieri”, gli immigrati, appunto.

Karawan nasce a Torpignattara“, si legge sul sito della rassegna, “in quanto la convivenza (tollerata, forzata, imposta, accettata) con le comunità migranti per noi è un dato di fatto. Il nostro privilegiato punto di vista ci ha consentito di dismettere i panni paludati del festival serioso, impegnato, critico, e ci ha reso semplice e naturale l’assumere invece i connotati di un Festival gioioso, chiassoso, mobile e vivo“. La rassegna si svolgerà dal 26 al 30 novembre presso l’ex Sala Consiliare del Municipio V in Piazza della Marranella. A breve sarà pubblicato anche il programma delle pellicole in cartellone.

17 novembre 2014


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here