Al Gemelli, primo trapianto di fegato dopo convenzione con Regione Abruzzo


E’ stata dimessa giovedì scorso la prima trapiantata di fegato, che ha usufruito della convenzione fra il Policlinico Agostino Gemelli e la Regione Abruzzo. “Circa venti giorni fa presso l’Ospedale di Teramo era stata ricoverata una donna di 48 anni, colpita da epatite fulminante, che è stata prontamente trasferita con elisoccorso nel Centro di Rianimazione del Policlinico Gemelli, dove è giunta in stato di iniziale coma epatico – si legge in una nota- dopo poche ore, grazie alla rete di emergenza coordinata dal Centro Nazionale Trapianti, diretto da Alessandro Nanni Costa, si è reso disponibile un donatore in un ospedale padovano. È stato così possibile per l’equipe del Centro Trapianti del Gemelli, diretto dal Salvatore Agnes, effettuare il trapianto di fegato e salvare la vita alla giovane donna”.

Regolare decorso operatorio – “Dopo un regolare decorso post operatorio, la paziente è stata dimessa dal Policlinico romano – continua la nota- con completa guarigione chirurgica e seguirà un programma di controlli coordinato dagli epatologi abruzzesi”. L’intervento è il primo in tutta Italia quale risultato della Convenzione firmata nei mesi scorsi tra il Policlinico Gemelli e la Regione Abruzzo, resosi necessario in quanto sul territorio non c’è possibilità di effettuare trapianti epatici. E’ infatti il policlinico universitario del Gemelli il Centro Trapianti di riferimento per tale regione. La rete epatologica è gestita dal centro di Coordinamento Trapianti de L’Aquila, diretto da Antonio Famulari, mentre i trapianti vengono eseguiti nel Centro Trapianti del Policlinico Gemelli di Roma, diretto da Agnes.

Trapianti dal 1969 – Struttura all’avanguardia nei trapianti di di rene e di fegato, l’ospedale Gemelli si occupa opera in tale campo dal 1969 e in quelli epatici dal 1986. Un’sperienza maturata nel corso degli anni che ha garantito di attestare il successo degli interventi a un significativo 90%, rendendolo di fatto uno dei migliori centri in Italia.

15 dicembre 2014

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here