Corruzione: più assurda la fiction o la realtà? La risposta su Zeroscuse.it


“Attenzione, questo gioco potrebbe risvegliare la tua coscienza”. Realtà o fiction? Sta all’utente scoprirlo. E non sarà facile. Si chiama Zeroscuse.it ed è la nuova iniziativa di Riparte il futuro di Libera e Gruppo Abele, la più grande campagna digitale in Italia contro la corruzione. Un gioco on line, ottimizzato anche per tablet e mobile, che fa divertire ma anche riflettere per le sue tinte amare e drammatiche. La domanda di partenza è semplice: “Sai distinguere un fatto di cronaca reale, successo in Italia, dalla trama di un thriller intrigante o di una commedia demenziale?”. L’utente viene messo alla prova con scene spesso ai confini dell’assurdo. Risultato: sembra veramente impossibile distinguere un fatto di corruzione realmente accaduto in Italia da uno solo immaginato in un film.

Chi gioca si trova davanti descrizioni come: “Colloquio di lavoro al ristorante: il candidato si fa raccomandare da un politico seduto a un tavolo vicino“. “Una scena assurda”, spiega Eugenio Orsi, responsabile digitale di Riparte il Futuro. “Eppure troppo simile a quello che accade quotidianamente in Italia”. Scene improbabili, immaginifiche, che possono appartenere al mondo della fiction e del cinema oppure alla realtà del Paese. Sta all’utente scoprirlo. L’idea è quella di ridere e sorridere, anche amaramente, mettere alla prova la propria conoscenza cinefila e del piccolo schermo attraverso un’azione di sensibilizzazione, rivolgendosi ad un target giovane e attivo in rete, dai 16 anni in su: “Ogni giorno su Riparte il futuro riportiamo i fatti e approfondiamo i temi legati a tangenti e malaffare con esperti e voci autorevoli”, spiega ancora Orsi. “ll passaggio è stato immediato: le news che parlano di corruzione in Italia sono così borderline da rendere questi paralleli immediati”.

Il gioco è stato realizzato da un team di cinque persone: un giornalista, un copy, un designer, un social manager e naturalmente uno sviluppatore. “Fiction o Realtà è una miscela di high tech e buon vecchio senso dell’umorismo – conclude Eugenio Orsi – Non ci sono trucchi per vincere, anche se i più cinefili fra i giocatori avranno un certo vantaggio. Speriamo naturalmente che il passo successivo per gli utenti sia quello di passare all’azione su Riparte il futuro, sostenendo la mobilitazione, diffondendola e impegnandosi per rendere l’Italia diversa da una fiction”.

2 novembre 2014

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here