Mafia Roma: Tribunale conferma carcere a Carminati


Confermato il carcere per Massimo Carminati, il Tribunale del riesame ha confermato l’ordinanza di custodia cautelare nei confronti dell’ex Nar considerato al vertice della “Mafia capitale” emersa nell’ambito dell’inchiesta su corruzione e appalti. Respinte le istanze dei difensori. Confermata anche l’aggravante di matrice mafiosa per il reato di associazione a delinquere. Ma i legati di Carminati annunciano ricorso in Cassazione.

Respinte le richieste di remissione in libertà e di riduzione delle misure cautelari anche per Riccardo Brugia, Roberto Lacopo, Fabrizio Franco Testa che rimangono in carcere. Stessa decisione anche per Emilio Gammuto a cui è contestato il reato di corruzione aggravata. Per Raffaele Bracci, indagato per usura, sono stati invece disposti gli arresti domiciliari.

13 dicembre 2014

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here