Rfi, Roma Tiburtina diventa hub per i trasporti intermodali


“In relazione ad alcune recenti prese di posizione di Ntv sui media, Rete Ferroviaria Italiana precisa che Roma Tiburtina è, prima di tutto, una stazione ferroviaria”. Lo afferma Rfi in una nota. “Chi deve viaggiare -continua la nota – trova quello che serve: treni, marciapiedi, ascensori, scale mobili. Inoltre, intermodalità con tre linee FL del servizio ferroviario regionale, metropolitana, autobus urbani e extraurbani, taxi e parcheggi”. La stazione Tiburtina quindi, spiega Rfi, “assolve appieno alla sua funzione di hub di trasporti intermodali. Il numero degli utilizzatori dipende dalla quantità e dalla qualità dell’offerta delle aziende di trasporto che lì hanno scelto di erogare i loro servizi”.

“Lo sviluppo urbanistico dell’area non è il motore della stazione, al contrario sono proprio i servizi che la stazione offre a costituire il fulcro attrattivo degli investitori”, prosegue la nota di Rfi. “La stazione attrae operatori commerciali (non ferroviari) se i viaggiatori sono numerosi. Lo sviluppo -conclude- è funzione di tre fattori principali: raggiungibilità e interscambio modale (e questi non mancano, visti i servizi pubblici presenti), e numero di treni al servizio della stazione, che dipende dalle scelte di business delle imprese ferroviarie e non da Rfi”.

14 dicembre 2014

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here