Amianto, Anci a Galletti: “Ancora situazioni critiche”


“Sono ancora diverse le situazioni di estrema criticità sul rischio amianto, che vanno considerate accanto a quelle già puntualmente individuate e destinatarie di una parte delle risorse previste”. A scriverlo è il presidente dell’Anci, Piero Fassino, nella lettera indirizzata al ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti. Dopo aver apprezzato “lo sforzo operato dal Governo in sede di approvazione della legge di stabilità 2015 circa la messa in sicurezza delle aree del nostro Paese che ormai da decenni subiscono gli effetti della presenza di amianto”.

Fassino – “il caso di Broni che, secondo la tabella pubblicata dal Ministero della Salute su dati Inail, risulta il Comune con la più alta incidenza di casi di mesoteliomi in proporzione alla popolazione. Si attende ora – conclude Fassino – il decreto del Ministero dell’Ambiente che dovrà definire le modalità per il trasferimento delle risorse, su cui auspichiamo un confronto anche in relazione ai chiarimenti necessari circa l’esclusione di questi interventi dal computo del Patto di stabilità interno”.

29 gennaio 2015


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here