Autostrade: i rincari più alti tra Roma e Pescara


Poco più di duecento chilometri e il rincaro tariffario più alto d’Italia: spostarsi in automobile da Roma a Pescara è diventato sempre meno conveniente, anzi l’associazione dei consumatori Altroconsumo ha “incoronato” questa tratta come quella che ha registrato l’aumento maggiore nel nuovo anno (ben nove punti percentuali in più). Il tormentone dei rincari autostradali si presenta puntualmente ogni 365 giorni dal 1999, cioè da quando l’Aiscat (Associazione Italiana Società Concessionarie Autostrade e Trafori) è stata privatizzata. Anche i concessionari delle autostrade sono stati colpiti dalla crisi economica: sempre meno persone decidono di partire durante le festività e gli introiti sono diminuiti in maniera vistosa.

Eppure, come hanno sottolineato anche le altre associazioni dei consumatori, c’è qualcosa che non quadra. Il tasso di inflazione (il costo della vita per intenderci) viaggia al ritmo del 37,4%, poco più della metà della percentuale relativa agli ultimi quattordici anni di rincari (circa il 66%). L’Aiscat si fa garante per i concessionari che richiedono le nuove tariffe, ma l’indagine di Altroconsumo fa sicuramente riflettere. Il tratto Roma-Pescara è noto come “Strada dei parchi” e si compone dell’autostrada A24 Roma-L’Aquila-Teramo e dell’autostrada A25 Torano-Pescara. Lo scorso anno l’aumento dei pedaggi non fu molto diverso (8,25%), ben il doppio rispetto alla media nazionale.

Le principali lamentele provengono dai pendolari che devono muoversi dall’Abruzzo per raggiungere Roma, i disagi economici sono diventati purtroppo una costante: in effetti, arrivare nella Capitale non prevede alternative, non esistono linee ferroviarie a cui fare riferimento e rimane soltanto l’autostrada da percorrere. Si rischia un serio braccio di ferro tra i sindaci dei comuni coinvolti e i concessionari, per il momento però la politica dei prezzi non dovrebbe essere soggetta a ripensamenti.

9 gennaio 2015

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here