Salario accessorio, la UIL denuncia tagli agli stipendi per i dipendenti di Roma Capitale


La UIL scende in campo denunciando ingenti tagli agli stipendi per i dipendenti di Roma Capitale. Secondo le dichiarazioni di Francesco Croce, della Uil Fpl di Roma e del Lazio «sono stati già tagliati gli stipendi di circa 15.000 dipendenti capitolini nonostante l’impegno di applicazione dell’atto unilaterale dal primo gennaio 2015, secondo il quale la contabilità non doveva ricadere sugli stipendi di questo mese dei lavoratori di Roma Capitale». «Ciò accade – prosegue – perché viene applicato in maniera ambigua l’accordo firmato in precedenza con il sindaco sulla non incidenza dell’atto unilaterale fino alle buste paga del 27 gennaio». Croce chiarisce che «sono stati decurtati mediamente 150-200 euro pro capite. Marino è dunque il primo sindaco che diminuisce gli stipendi ai propri dipendenti. È un dato storico, e avrà certamente una brusca ricaduta sull’andamento delle trattative in corso in Campidoglio».
di Laura Guarnacci

26 gennaio 2015


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here