Via Sistina e Corso Vittorio: arrestati nomadi per furto


Nove arresti per borseggio: i Carabinieri hanno dovuto lavorare parecchio nelle ultime ore per contrastare una serie di episodi avvenuti in diverse vie della Capitale. Le manette sono scattate per sei donne e tre uomini, ospiti di alcuni campi nomadi di Roma e sorpresi a rubare nelle tasche e nelle borse dei turisti. La prima banda era composta da un quindicenne e da due donne di 26 e 31 anni: l’intervento dei militari in borghese ha permesso di sventare due colpi ai danni di turisti che si stavano dirigendo nei pressi di Trinità dei Monti. I tre, provenienti dall’Est Europa, avevano adocchiato una giapponese e il suo smartphone, oltre a un cittadino greco a cui è stato rubato il portafogli. I Carabinieri erano fortunatamente in servizio in zona.

Piazza Vittorio Emanuele II è stata lo scenario di un episodio simile. Due algerini di 41 e 43 anni sono stati sorpresi dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Piazza Dante mentre derubavano una giovane romana del proprio smartphone a bordo dell’autobus 14.

L’ultimo borseggio è avvenuto infine in Corso Vittorio Emanuele II, ancora una volta a bordo di un mezzo pubblico: una banda composta da una 16enne, due 22enni e una 24enne è riuscita a derubare del portafoglio una turista paraguaiana sull’autobus 64. I Carabinieri sono intervenuti prontamente, recuperando il bottino e arrestando le giovani.

11 gennaio 2015

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here