Federleague, quattro tecnici studiano alla scuola dei London Wasps


Il week end del 7 febbraio è stata l’occasione ideale, pianificata dalla Federleague, per rimettere sui “banchi di scuola” i propri responsabili tecnici: Saraceno e D’Aquila per la Sicilia, Marini per il Lazio e Moncada per il centro nord. La “scuola” in questione è stata quella dei London Wasps, dove i tecnici britannici Ty Sterry e Gareth Haterley-Hurford hanno fatto il punto della situazione circa metodiche di allenamento e schemi di gioco che i quattro responsabili riporteranno a loro volta in Italia.

L’esperienza londinese è stata utile, per i vertici della Federazione, guidata dal segretario generale Pierluigi Gentile, per consolidare anche ulteriori partnership ed esplorare nuove rotte: la delegazione azzurra è stata invitata, infatti, presso la House of Parliament di Westminster, dove ha potuto incontrare, tra gli altri, il mitico Ikram Butt, ex campione della nazionale inglese. L’incontro ha visto le delegazioni discutere di possibili collaborazioni con le varie federazioni asiatiche del movimento League di cui Butt è in qualche modo il rappresentante sul fronte britannico, come anche di progetti legati al sociale (la violenza sulle donne su tutti). All’evento ha preso parte anche il ministro dello Sport inglese, Gerry Sutcliffe, nonché il presidente della Commissione Rugby League nel parlamento inglese, Greg Mullholland.

18 febbraio 2015


1 COMMENTO

  1. […] Federleague, quattro tecnici studiano alla scuola dei London Wasps sembra essere il primo su […]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here