Salute, Santori: “Arrivano gli steward. Zingaretti confonde l’ospedale con lo stadio”


Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio e membro della Commissione Salute della Regione Lazio, in una nota: “La sanità laziale è al collasso, infermieri, personale sanitario e medici sono sottoposti a ore massacranti senza i mezzi necessari per intervenire adeguatamente, le attese ai pronto soccorso sono infinite, i pazienti vengono lasciati sui corridoi per giorni sulle barelle delle ambulanze impossibilitate a prestare servizio, i posti letto non sono sufficienti e gli ospedali, spesso non a norma, sono abbandonati nel degrado diventando rifugio per barboni e senza tetto, ma Zingaretti confonde i nosocomi con lo stadio mettendo steward all’accoglienza dei pronto soccorso. L’ennesima presa in giro per distogliere l’attenzione dei cittadini sulle reali criticità della sanità laziale. Forse il Presidente Zingaretti non si rende conto che per come stanno le cose questa nuova figura specializzata servirà solo ad attirare su di sé tutte le proteste e  la rabbia di chi attende ore prima di essere visitato“.

Gli steward all’accoglienza dei pronto soccorso saranno i primi a rischiare di finire in ospedale per aggressione. Continua la nota di Santori: “Insomma non solo arriveremo al punto di richiedere qualcuno che tuteli l’incolumità degli steward, ma non ci stupirebbe neanche venire a sapere che qualcuno di questi per le aggressioni subite andranno a rincarare la dose delle attese al pronto soccorso” e così conclude Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio e membro della Commissione Salute della Regione Lazio.

2 febbraio 2015


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here