Tifosi olandesi ubriachi a Campo de’ Fiori, venti arresti


“Sembrava una guerra, lanciavano bottiglie e si picchiavano tra loro”.  E’ il racconto di Fabrizio Roscioli, proprietario di un forno a Campo de’ Fiori, all’indomani dei gravi disordini provocati da un gruppo di tifosi olandesi ubriachi che si sono riversati nel centro della capitale, alla vigilia della partita di Europa League di stasera tra Roma e Feyenoord. Attualmente il bilancio è di 21 arresti. Uno di loro è stato bloccato a seguito di una tentata fuga in taxi. I carabinieri impegnati nelle operazioni hanno inoltre sequestrato due manganelli in ferro e passamontagna. I disordini hanno avuto inizio nel pomeriggio di ieri 18 febbraio.  “Hanno iniziato a bere dalle 14” racconta il commerciante. “Io e altri negozianti siamo stati costretti a chiudere per la paura. Campo de’ Fiori è stato assediato da mille tifosi ubriachi che litigavano tra di loro e urinavano dovunque. Sono indignato”.

I tifosi attesi per la partita di stasera sono circa 6mila. Per scongiurare scontri tra i supporters delle squadre avversarie, sono previsti numerosi controlli delle forze dell’ordine nelle aree adiacenti allo stadio Olimpico, lungo le vie del centro, negli scali aeroportuali e ferroviari. Inoltre, secondo quanto stabilito da un’ordinanza del Prefetto, sarà in vigore il divieto di vendita e somministrazione di bevande alcoliche nei Minicipi I, II e XV.

di Laura Guarnacci

19 febbraio 2015


1 COMMENTO

  1. […] ore fa – Tifosi olandesi ubriachi a Campo de’ Fiori, venti arresti – 0 […]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here