Valle Galeria, possibile ecodistretto a Ponte Malnome. La denuncia di Garipoli e Rocca


Senza alcun stupore leggiamo della nuova possibilità di un ecodistretto a Ponte Malnome nel Municipio XI proposta che, dopo trent’anni di sversamenti di rifiuti indifferenziati nella vicina discarica di Malagrotta sta indignando i residenti della Valle Galeria, così dichiarano in una nota Valerio Garipoli e Federico Rocca rispettivamente Capogruppo e Responsabile enti locali di Fratelli d’Italia.

Ricordiamo al Pd e all’Ad AMA Fortini – continuano Garipoli e Rocca – che anche l’Assessore all’Ambiente di Roma Capitale Estella Marino nel luglio 2014 era corsa ai ripari promettendo un passo indietro sul progetto dell’ecodistretto non essendocene le reali condizioni per questa ipotesi. Non si capisce quindi come a partire da novembre possa esser possibile un nuovo biodigestore a Ponte Malnome, dove è già attivo un inceneritore per rifiuti ospedalieri dell’Ama, che si focalizzerà sul trattamento e sulla valorizzazione del rifiuto urbano biodegradabile e del rifiuto urbano residuo. L’ecodistretto dovrebbe essere attivato entro il luglio del 2017, non molto distante da Malagrotta dove sono rimasti due impianti di trattamento meccanico biologico del Colari e il gassificatore.

Il Municipio XI – ribadiscono Garipoli e Rocca – si è già espresso in tal senso in Aula di Consiglio approvando all’unanimità con 17 voti favorevoli la mozione n. 35 del 25 luglio 2014 proposta in man iera congiunta dall’opposizione e dalla maggioranza.

Abbiamo sempre sostenuto – concludono Garipoli e Rocca – come Gruppo Consiliare di Fratelli d’Italia che tale area necessiti più di una riqualificazione e monitoraggio che di nuovi impianti. A tal proposito presenteremo una nuova mozione in Municipio XI con i colleghi dell’opposizione affinchè il progetto dell’ecodistretto a Ponte Malnome e nella Valle Galeria venga definitivamente superato ed accantonato.

18 febbraio 2015


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here