Albano, presentato il progetto Servizi in rete

Sabato 11 Aprile, presso la sala consiliare di Palazzo Savelli, sotto l’egida dell’Assessorato dei Servizi Sociali ed in collaborazione con l’Assessorato allo Sport ed alla Cultura, è stato presentato il progetto denominato “Servizi in rete”, che ha il compito di raccogliere e rendere disponibili agli utenti, in maniera organica, le informazioni e le iniziative promosse dalle associazioni e dalle cooperative sociali in modo da dare risposte precise ed in tempo reale. All’iniziativa hanno preso parte decine di associazioni e cooperative che operano nel territorio di Albano Laziale, confrontandosi, all’interno di 7 tavoli tematici, con le massime autorità a livello regionale e nazionale. Oltre 300 i delegati partecipanti ai lavori che hanno contribuito al successo della manifestazione.

Il Consigliere delegato ai Servizi Sociali ha sottolineato l’importanza dell’iniziativa: “Dobbiamo cambiare passo, dobbiamo dare corpo al dinamismo dell’innovazione sociale. Dobbiamo dare spazio e disponibilità al coordinamento tra tutte le forze che operano a favore delle realtà più difficili ed in difficoltà. Le imprese debbono sincronizzarsi con le istituzioni. Veniamo da un periodo in cui le imprese sono uscite dalle politiche del welfare, questo è il momento in cui esse rientrino. Gli ultimi 5 anni sono stati organizzativamente duri, condizionati dalle limitazioni economiche, brava è stata questa amministrazione a non penalizzare i servizi sociali con pericolosi tagli. Questo è per tutti motivo di forte orgoglio”.

“Persone e idee nuove ai Servizi Sociali” afferma il Sindaco Nicola Marini. “In questi anni alle amministrazioni locali sono stati richiesti grandi sacrifici. Riduzione dei trasferimenti da parte dello Stato, spending review e difficoltà ereditate dalla precedente amministrazione, non ci hanno impedito di garantire  alle fasce più deboli, a coloro più esposti alle conseguenze della gravissima crisi che abbiamo vissuto  in questi 5 anni,  i necessari supporti economici ed organizzativi. Abbiamo ritenuto giusto supportare la parte più debole del territorio. Oggi cambiamo passo, aumentiamo attraverso questo portale, la capacità di risposta. È un altro grande  successo di tutti coloro che, chiamati ad affrontare le criticità, lo hanno fatto con grande spirito di collaborazione motivando le strutture. Lo testimonia il successo di questa iniziativa. La manifestazione dell’11 è stata un chiaro esempio del fatto che in una società che cambia c’è anche tanto bisogno di confronto sui temi veri del disagio sociale, dell’innovazione nell’affrontarlo. Abbiamo intenzione di dare continuità a questo progetto e all’impulso dato dal consigliere Sepio ai servizi sociali sul nostro territorio”.

di Laura Guarnacci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here