La truffa del finto amico del figlio, alcuni consigli utili per gli anziani


C’è una truffa che sta avendo purtroppo successo, quella del “finto amico”: gli anziani vengono avvicinati o contattati da persone che rivelano di conoscere molto bene il figlio o la figlia e con una scusa cercano di farsi prestare del denaro. Negli ultimi giorni, in particolare, un episodio del genere si è verificato in zonaTorrevecchia, per la precisione in via Marcello Provenzale.

Una signora ha fatto entrare in casa una persona che le ha raccontato di essere un caro amico della figlia: il motivo della visita era una multa inflitta dai Carabinieri all’amica e la necessità di avere al più presto i soldi da portare per evitarle guai peggiori. L’anziana non ha potuto chiamare la figlia e ha consegnato addirittura l’oro che aveva in casa. Un caso simile si è invece verificato a Perugia. Uno sconosciuto ha salutato cordialmente un’altra anziana e le ha spiegato di essere un amico del figlio: la donna si è fidata, ascoltando i particolari e i dettagli sul familiare, e ha accettato un passaggio dall’uomo.

Una volta in macchina, però, ha confessato le difficoltà economiche in cui si sarebbe trovato il figlio e ha finto una chiamata telefonica per convincerla. L’anziana si è offerta di saldare un debito e ha consegnato al truffatore alcune centinaia di euro. I consigli delle forze dell’ordine sono semplici ma utili: al minimo sospetto occorre allertare Polizia o Carabinieri, inoltre si deve accertare che il proprio familiare sia realmente in difficoltà, come ricorda il famoso proverbio “fidarsi è bene, non fidarsi è meglio”.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here