Forlanini, Santori: “Patrimonio di tutti o speculazione di pochi?”

foto di romareport.it

Tra fondi immobiliari, cordate cinesi e imprenditori arabi pronti a rilevare il Forlanini, senza neanche specificarne le proposte di destinazione d’uso, lo storico complesso che per decenni è stato un punto di riferimento della sanità regionale e nazionali, rischia di diventare oggetto di speculazione di pochi. Se dopo che la Regione Lazio è rientrata in possesso del Forlanini, l’amministrazione Zingaretti crede di perdere tempo in chiacchiere e dietro a pseudo-proposte intraducibili per le sorti dell’ex nosocomio senza che nessuno gli stia con il fiato sul collo sbaglia di grosso“.

La storica struttura è stato per decenni un punto di riferimento sanitario della Capitale, nonché un bene patrimoniale storico, monumentale e culturale inestimabile, ed è assurdo rimanere ignari e impotenti sulla sua futura destinazione d’uso e di fronte al degrado in cui versa ormai da mesi la struttura, essendo oggi diventato luogo di rifugio di malviventi, immigrati, senza tetto, balordi, spacciatori che ne occupano le stanze abusivamente e senza alcun controllo. Visti i progetti proposti che non trovano luce, né rispettano i principi di utilità sociale, garanzia dell’interesse collettivo e contenimento dei costi, come l’insensata idea di trasferirci il Consiglio Regionale, pretendiamo chiarezza e interventi urgenti per non trovarci nuovamente di fronte all’ennesima speculazione di pochi, né aspettare che i locali tornino a diventare fatiscenti e inutilizzabili” lo dichiara il consigliere regionale del Lazio, Fabrizio Santori, in merito al convegno “Forlanini: patrimonio di tutti, speculazione di pochi” in programma domani giovedì 7 maggio 2015, presso la sede del Consiglio Regionale – Sala Mechelli Via della Pisana 1301 a partire dalle ore 17, nel corso del quale verranno presentati dei documenti inediti e sarà possibile sottoscrivere la petizione – esposto per la tutela dell’ex nosocomio.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here