In arrivo 80 migranti a Ciampino, il Sindaco Terzulli: “Una sfida di civiltà”

Migrants sit on rocks and stare at the sea in Lampedusa island on October 26, 2013. There are currently three navy vessels on patrol, along with six coast guard patrol boats and six border guard patrol boats, as well as helicopters and planes from each of the three agencies patrolling the area as part of the new 'Mare Nostrum' surveillance and rescue operation, launched after more than 400 migrants drowned in two disasters earlier this month. Nearly 800 refugees were rescued off Sicily in several operations as European leaders grapple with the issue of illegal immigration at a European Union summit. AFP PHOTO /Filippo MONTEFORTE (Photo credit should read FILIPPO MONTEFORTE/AFP/Getty Images)

Il Comune di Ciampino ha accolto la richiesta del Prefetto Gabrielli, inviata ai sindaci dei comuni della Provincia di Roma, di ospitare cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale. I migranti a Ciampino saranno un massimo di 80 e verranno ospitati presso l’ostello comunale che, a partire dal 1 luglio, sarà gestito dalla Società partecipata Asp S.p.A.

“Aderendo a questo progetto della Prefettura, finanziato interamente dalla Comunità Europea e che quindi non graverà sulle casse comunali, il Comune avrà la possibilità di gestire direttamente i servizi di accoglienza e orientamento rivolti ai cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale che saranno seguiti da personale qualificato. Il primo passo” ha dichiarato il Sindaco di Ciampino, Giovanni Terzulli “è quello di creare innanzitutto le condizioni necessarie per farli integrare nel tessuto sociale e, a questo scopo, dopo essermi confrontato con il Vice Prefetto Dott.ssa Vaccari, ho voluto incontrare tutte le forze politiche e le associazioni territoriali del III settore, oltre ai comitati di quartiere, per condividere questa nostra decisione e chiedere loro progetti che possano favorire l’integrazione. Questi giovani saranno coinvolti a 360° nelle attività sociali, ricreative e professionali, perchè il nostro obiettivo è rendere Ciampino un modello di inclusione sociale, in controtendenza con quanto avviene invece in molte parti d’Italia. Al contrario di quello che fanno alcuni politici che soffiano sul fuoco dell’intolleranza” ha concluso il Sindaco Terzulli “noi vogliamo accendere la speranza che si può agire diversamente convinti che i nostri cittadini saranno all’altezza di capire ed affrontare questa nuova sfida di civiltà.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here