Corteggiamento: riconoscerlo e interpretarlo ai tempi del social

Sembra passata un’eternità da quando il corteggiamento poteva fare a meno dell’utilizzo di un qualsiasi dispositivo elettronico. Con l’avvento di internet poi il tutto si è evoluto ulteriormente rispetto all’avanguardia del flirt ‘anni ’90’ attraverso i messaggini sul cellulare. Sono arrivati i social network e con essi anche il modo di interagire tra le persone è radicalmente cambiato.

Facebook ha utilizzato una parola, ‘amicizia’, estendendone il concetto ad un livello superficiale. Migliaia di contatti che riempiono le nostre bacheche virtuali, con foto, pensieri e commenti di ogni sorta. Il corteggiamento ai tempi dei social qualcosa di diverso rispetto a quello al quale le generazioni passate sono state abituate.

Ciò che prima poteva essere interpretato come un segnale esplicito, ovvero la richiesta del proprio numero di cellulare, non trova un corrispettivo altrettanto incisivo in una richiesta di amicizia su un social network. Eppure è un segnale.

L’ambiguità regna sovrana e sicuramente aiuta anche i più timidi a farsi avanti, dal momento che lo schermo del computer in certi casi offre un ottimo riparo da quel senso di vergogna per un rifiuto che certe volte può essere inevitabile. Fino a non molto tempo fa riempire di like la pagina della persona interessata poteva sembrare un segnale ben preciso, ma anche in questo caso esistono varie sfaccettature a seconda del carattere. I più timidi avranno quasi timore di esporsi con un apparentemente innocuo ‘like’ mentre quelli più intraprendenti non avranno alcun timore di lanciare un messaggio ben preciso.

La chiave di volta rimane comunque la chat, uno strumento ideale sia per chi ha difficoltà negli approcci che per i più esperti. Capire di piacere a qualcuno è molto semplice, sono sufficienti un numero ridotto di ‘Ciao come va?’ nell’arco di breve tempo a palesare un certo interesse ad approfondire la conoscenza. Ma le vera prova del nove sta nei tempi di risposta: carpire questa preziosa informazione ed interpretarla nel modo corretto potrebbe rivelarci in anticipo l’interesse di qualcuno nei nostri confronti.

Ma anche in questo caso dipende dalla personalità del soggetto: dietro una lunga attesa potrebbe nascondersi una precisa strategia per risultare sfuggenti, anche se nella maggior parte dei casi una risposta immediata è un indice inconfutabile di gradimento, specie a orari poco consoni.

Una volta superato lo scoglio della prima chiacchierata il gioco è presto fatto. Se ci si ritrova in altre occasioni a chattare per lungo tempo significa che l’invito a bere qualcosa arriverà a momenti, se invece l’interesse scema già dopo i primi contatti social fine dei giochi, si volta pagina. 


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here