L’accusa di Doumbia: “A Roma non ero felice”

“A Roma non ero felice e non avevo piacere a giocare a calcio. Per questo non tornerò”. Seydou Doumbia va giù duro e non risparmia la Roma. In una intervista ad ‘Africa Top Sports’, l’attaccante ivoriano, ora tornato in prestito al ‘suo’ Cska Mosca, parla della sua esperienza romana e non usa mezzi termini: “Fin dal primo giorno a Roma non mi sono sentito a mio agio, adesso sono tornato al Cska Mosca e sono di nuovo felice. Il mio cartellino è ancora di proprietà della Roma ma non ho intenzione di tornare. Dopo la Coppa d’Africa per me è stato difficile, ho avuto altri contatti con club inglesi ma il Cska era la soluzione migliore anche per la Champions League. Ero convinto che fosse quello di cui avevo bisogno per rilanciarmi. Negli ultimi 4 mesi a Roma non ho avuto il piacere di partecipare alle partite e di giocare a calcio”. Difficile però che Doumbia, pagato 14.4 milioni (più 1.5 di bonus, anche se è stata versata solo la prima delle tre rate previste) rimanga a Mosca: la Roma infatti, per monetizzare, è pronta a cederlo già a gennaio al Beijing, mentre in terra russa non ci pensano a ricomprare il suo cartellino. Almeno per ora.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here