Klose in Paideia per i controlli. Tare: “Manca grinta, ma non mi abbatto”

Klose in Paideia, nessun problema grave per il tedesco. Tare crede nella Lazio: “Mettendo la stessa determinazione dello scorso anno possiamo ripeterci”

Miro Klose ha giocato una parte del secondo del derby e l’unica volta in cui ha avuto modo di poter segnare ha sbagliato. Ancora non ha fatto centro in questo stagione, ma adesso lui è uno dei giocatori che deve farsi trovare pronto per trascinare la squadra. In mattinata ha effettuato dei controlli in clinica a causa di una botta ricevuta domenica pomeriggio, ma sembra che il giocatore sia pronto per tornare ad allenarsi.

Del derby e degli obiettivi della squadra ha parlato Milinkovic-Savic ai media serbi:

“Ho firmato un contratto di cinque anni, ci sarà ancora la possibilità di giocare il derby. E’ per questo che sono alla Lazio. Scudetto? Il Napoli è la favorita, è la squadra più pronta, ma il campionato è ancora lungo, tutto può succedere. Per quanto riguarda noi vogliamo ripetere la scorsa stagione, vogliamo arrivare nelle prime tre”.

E intanto Igli Tare ha parlato ai microfoni di Lazio Style Radio, spiegando di non aver mai ricevuto le scuse di Tagliavento per il rigore assegnato erroneamente. Il ds ha anche analizzato il momento della squadra e ha detto di non abbattersi nei momenti negativi. La squadra può far bene, ma mancano grinta, voglia e cattiveria (non poco, ndr).

“È vero di questo incontro nel postgara, perché c’era tanto rammarico da parte nostra per quell’episodio del rigore. Tutti possono dire che non è stato così, ma ho avuto modo di parlare con Tagliavento e ho avuto solo modo di mostrare le mie rimostranze per questa decisione. Da parte sua c’era la convinzione di aver fischiato un calcio di rigore corretto, dopodiché gli ho chiesto di rivederlo in serata con tutta calma. Lui mi ha detto che lo avrebbe rivisto ma che comunque ha preso questa decisione in buona fede. Non si è mai scusato per questo fatto”. Sulla Lazio che non gira: “Quando ci sono questi momenti negativi, è ovvio che va fatta una analisi a 360°. La frenata è arrivata in un momento positivo. Non mi sono mai esaltato nei momento positivi, non mi abbatto in quelli negativi”. I deficit sembrano chiari: “La voglia, la grinta e la cattiveria. Il derby è stato condizionato dagli episodi. Giocando la partita partendo subito con lo svantaggio non era facile: ha permesso alla Roma di impostare la gara come voleva, ossia chiudendosi e ripartendo in contropiede. Ora dobbiamo ripartire, parleremo con l’allenatore per chiarire queste tematiche, cosa va e cosa no. C’è ancora tanto tempo e mettendo la stessa determinazione dello scorso anno possiamo ripeterci”. Infine, Tare ha parlato dell’assenza della Curva Nord: “Nei momenti difficili bisogna fare quadrato. Dobbiamo tornare la squadra della scorsa stagione. Vedere le curve vuote è molto triste, ma ora cercheremo di concentrarci sulla questione sperando che si possa prendere una decisione che accontenti tutti”.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here