Diaco-Crescimanno (M5S): “Colle Aurelio quartiere dimenticato da istituzioni”


Colle Aurelio, Diaco e Crescimanno: “Il quadrante di Colle Aurelio è infatti sprovvisto di servizi e negozi, e viene considerato ad oggi un quartiere dormitorio”

Il giorno 18 dicembre 2015 i Consiglieri del Movimento 5 Stelle al Municipio XII, Daniele Diaco e Silvia Crescimanno, hanno presentato un’ interrogazione alla Presidente e agli Assessori competenti riguardo alle numerose criticità relative al quartiere “Colle Aurelio”. In particolare, è stato chiesto se il Municipio XII ha intrapreso l’iter di acquisizione a patrimonio di via F. Grispigni e di via Ugo Forti ( strada attualmente interdetta al passaggio delle automobili a causa della presenza di un cancello), che rappresentano le uniche due strade di accesso al quartiere, e che sono entrambe private e non in manutenzione presso l’ U.O.T. del Municipio XII.

Abbiamo richiesto alla Presidente del Municipio XII se sono previsti dei collegamenti con i mezzi pubblici che possano servire il quadrante di Colle Aurelio, attualmente sprovvisto di questo tipo di servizio, se il progetto di messa in sicurezza del pericoloso incrocio di via F. Grispigni e via di Brava è ad oggi esecutivo e quando verranno iniziati i lavori, e se è prevista la possibilità di ospitare un mercato saltuario all’interno del quadrante Colle Aurelio, che possa garantire, soprattutto ai residenti sprovvisti di mezzo privato, l’approvvigionamento necessario, offrendo contestualmente la possibilità di vivere il quartiere anche come luogo di aggregazione sociale. Il quadrante di Colle Aurelio è infatti sprovvisto di servizi e negozi, e viene considerato ad oggi un “quartiere dormitorio”. I cittadini chiedono inoltre un collegamento diretto con la Stazione Aurelia attraverso un passaggio ciclo pedonale che possa congiungere la Stazione all’ampio terreno in fondo a via A.Gaudenzi, terreno ceduto al Comune nel 2005 e mai acquisito, al momento preda di incuria e degrado. Ci auguriamo che il quartiere Colle Aurelio possa presto beneficiare di interventi atti a migliorare la qualità di vita dei suoi abitanti, per una migliore fruizione degli spazi e delle potenzialità del territorio, che è stato negli anni ed è tutt’ora al centro di una forte urbanizzazione senza che siano stati previsti i servizi essenziali per i cittadini residenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here