Roma, Spalletti: “Vinto sì, ma abbiamo rischiato di pareggiare”

Luciano Spalletti è comunque soddisfatto della vittoria per 2-1 della Roma sulla Sampdoria, ma quanta fatica nel finale. “Una Roma che deve spiegare quello che vuole fare. Quando sei convinto che abbia imboccato la strada giusta si torna indietro. Si era preparato una vittoria gestibile, sul 2-0 si poteva far girare palla. Poi si è invertito il proposito iniziale”, ammette a Mediaset Premium. “Meno male che abbiamo vinto, perché all’ultimo si poteva pareggiare – ammette Spalletti – La squadra l’ha meritata la vittoria, poi si sono sbagliati dei gol comodi, però non può subire questa involuzione nel corso della partita. E’ cresciuta la Sampdoria perché ha dei palleggiatori forti, Correa, Muriel w Soriano sono calciatori eccezionali e per cui hanno fatto bene, noi dovevamo stare più corti e riuscire nella linea difensiva e loro erano bravi a trovare le linee di mezzo e a infilarsi negli spazi. Sono stati bravi”.

Ingresso nel finale per Dzeko, ma ancora sembra avulso dal gioco di questa Roma: “Fino a quando si continua a chiedere… lui è abituato a ricevere palla addosso, in un o tre giocate l’abbiamo fatto, poi è stato un po’ sfortunato perché Salah non gli ha dato la palla, è un ragazzo che non è tranquillo che ha delle capacità che noi dobbiamo cercare di sfruttare”. Ma in generale si è rivisto qualche tarlo del passato: “Sì, la prima cosa che sale agli occhi è che bisogna essere più tranquilli, poi se capita l’infortunio che fai un’autorete banale, però poi devi giocare la partita, ho tentato di dargli fiducia in quel momento mettendo l’attaccante. Si ha poco fiducia perché abbiamo il timore della palla alle spalle e gli altri prendeno il vantaggio. Son bravi anche gli altri”. Ma Spalletti pensa comunque positivo: “Tre punti, ce li prendiamo e li portiamo a a casa. Può essere motivo di fiducia e può dare brio vedere i punti”.


1 COMMENTO

  1. […] L’articolo Roma, Spalletti: “Vinto sì, ma abbiamo rischiato di… […]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here