Atleti romani medagliati alle Olimpiadi di Rio 2016

L'elenco di tutti gli atleti romani medagliati alle olimpiadi di Rio 2016. Sette in tutto le medaglie conquistate dalla Capitale che potrebbe ospitare l'edizione del 2024

Dopo aver elencato gli atleti romani che avrebbero partecipato ai giochi olimpici, andiamo a vedere chi sono gli atleti romani medagliati alle Olimpiadi 2016, quali le discipline in cui si sono cimentati o cimentate gli azzurri in gara. Il bottino totale per il team Italia è stato di 8 ori, 12 argenti e 8 bronzi.

medaglie olimpiche italia
Medaglie azzurre per singola disciplina

C’è da dire che fra gli atleti romani medagliati a Rio 2016 nessuno ha vinto la medaglia d’oro, ciò non toglie che ci sono stati dei fantastici argenti e bronzi che hanno contribuito a rimpinguare il nostro medagliere. Difficile dire quale fra questi argenti e bronzi mi abbia maggiormente emozionato, ma alla fine si deve pur scegliere e allora inizierò dal beach volley e il nostro Daniele Lupo e il suo argento.

In coppia con Paolo Nicolai, il nostro da Fregene ha conquistato il secondo gradino del podio arrendendosi solo in finale contro i quotatissimi brasiliani. L’argento ha consacrato la coppia italiana a livello mondiale in una specialità da cui spesso abbiamo ricevuto paga dai carioca e dagli americani. Ma nel beach volley niente avviene per caso e l’argento di Lupo e Nicolai ne è una prova. I ragazzi hanno detto che ci riproveranno a Tokio. Avanti così.

Anche la pallanuoto e gli sport d’acqua non sono stati da meno, però, con il settebello e il setterosa che hanno conquistato rispettivamente un argento e un bronzo. Le ragazze, in particolare, sono state quelle con più “romane” a medaglia, grazie alla presenza in squadra di Tania di Mario e Federica Radicchi. Purtroppo per noi, di fronte c’erano le fortissime statunitensi. Bene però anche i ragazzi, che hanno conquistato un fantastico bronzo finito al collo dei fratelli Presciutti e Niccolò Gitto.

E veniamo infine a Odette Giuffrida, bravissima a conquistarsi il bronzo nella categoria 52 kg del judo, da quasi outsider rispetto ad atlete più quotate. Una medaglia conquistata senza la proverbiale pressione delle troppe aspettative ma con la convinzione di poter fare bene.

7 medaglie, dunque, come i sette colli capitolini nemmeno a farlo apposta. 7 atleti che hanno portato in alto i colori della Capitale e che saranno chiamati – lo speriamo – a riconfermare se non a migliorare i medesimi risultati nelle prossime Olimpiadi di Tokio 2020. L’ultimo saluto però, spetta a Tania di Mario, che ai prossimi giochi non ci sarà: il capitano del setterosa, a 12 anni dalla medaglia di Atene, ha deciso di lasciare la nazionale. A un capitano così, voglio dire grazie, grazie davvero per tutto perché tu, prima di essere donna, sei e rimarrai sempre un’eccezionale atleta. I tuoi sprint ci mancheranno. In bocca a lupo.

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here