Il rischio sismico dei quartieri di Roma: Eur e La Storta tra i più sicuri

Qualche preoccupazione in più c'è per il Tuscolano, il Tiburtino e il Nomentano, come spiegato da Colombi.

Il terremoto che ha sconvolto il Centro Italia ha aumentato le paure degli italiani, romani in primis. Quanto è a rischio la Capitale? Come riferito dal Corriere della Sera, Antonio Colombi (geologo della Protezione Civile) ha stilato la mappa sismica del Lazio e ci sono alcuni quartieri che presentano problematiche peggiori rispetto ad altri.

Il rischio è più alto, ad esempio, al Tuscolano, al Nomentano e al Tiburtino. Inoltre, il Centro Storico è meno al sicuro se paragonato a Ostia. Va comunque sottolineato che Roma ha un rischio medio-basso (Amatrice ha invece un rischio alto per fare un confronto). Tra le zone meno soggette ai sismi ci sono l’Eur, La Storta e l’area della piana del Tevere.

Il fiume fa proprio da “spartiacque”. I rischi del Centro Storico sono rappresentati dal fatto che le costruzioni sono antiche e spesso vicine tra di loro in strade strette. Volendo generalizzare al massimo, si rischia di meno dove sono presenti spazi aperti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here