Il rischio sismico dei quartieri di Roma: Eur e La Storta tra i più sicuri

Qualche preoccupazione in più c'è per il Tuscolano, il Tiburtino e il Nomentano, come spiegato da Colombi.


Il terremoto che ha sconvolto il Centro Italia ha aumentato le paure degli italiani, romani in primis. Quanto è a rischio la Capitale? Come riferito dal Corriere della Sera, Antonio Colombi (geologo della Protezione Civile) ha stilato la mappa sismica del Lazio e ci sono alcuni quartieri che presentano problematiche peggiori rispetto ad altri.

Il rischio è più alto, ad esempio, al Tuscolano, al Nomentano e al Tiburtino. Inoltre, il Centro Storico è meno al sicuro se paragonato a Ostia. Va comunque sottolineato che Roma ha un rischio medio-basso (Amatrice ha invece un rischio alto per fare un confronto). Tra le zone meno soggette ai sismi ci sono l’Eur, La Storta e l’area della piana del Tevere.

Il fiume fa proprio da “spartiacque”. I rischi del Centro Storico sono rappresentati dal fatto che le costruzioni sono antiche e spesso vicine tra di loro in strade strette. Volendo generalizzare al massimo, si rischia di meno dove sono presenti spazi aperti.

I Testi di tutte le canzoni del Festival di Sanremo 2020
TUTTE LE CANZONI DI SANREMO 2020

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here