Caso Zarate, la Lazio fa ricorso contro il TAS

Caso Zarate. Gentile: "L'avvocato Rigozzi, nostro referente a Ginevra, sta preparando materialmente le carte da presentare al Tribunale Svizzero"


Il caso Zarate è tutt’altro che giunto a termine dopo che a inizio ottobre il TAS (Tribunale Arbitrario Sportivo) si è pronunciato a favore del giocatore. Ora è la Lazio a prendere in mano la situazione e a confermarlo è stato l’avvocato Gentile, che a Lazio Family ha spiegato come la decisione sia maturata dopo aver letto le carte:

“L’avvocato Rigozzi, nostro referente a Ginevra, sta preparando materialmente le carte da presentare al Tribunale Svizzero che accoglie ricorsi solo per difetti di legittimità o di procedura. Dalla sentenza emergono elementi apparentemente incongruenti, perché se da un lato si definisce legittima la nostra richiesta di risarcimento, dall’altro si effettua un calcolo in base al quale, partendo dal valore a bilancio del giocatore (pari a 4.404 mln come da bilancio al 30 giugno 2016, ndr), sottraendo sia quanto incassato dal prestito fatto all’Inter con un introito di 2,5 mln lordi sia quanto risparmiato per il compenso non pagato al giocatore per l’ultimo anno di contratto della stagione 2013-2014, la Lazio non avrebbe più nulla a pretendere“.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here